Saint-Jean-de-Luz : i Baschi e i loro colori

Arrivati a San Sebastian, il giorno dopo ritiriamo la macchina noleggiata dall’Italia da Europcar – leggi qui gli errori commessi – per proseguire il nostro viaggio, fino a Bilbao, in maniera autonoma.

Rimaniamo a San Sebastian 3 notti e così abbiamo il tempo di ritornare in Francia per visitare due splendide cittadine Basche :

Bayonne, a 55 Km dal confine, e, Saint-Jean-de-Luz ad appena 30 Km

Leggi Tutto Nessun Commento

Bordeaux è addormentata. Però fa marketing.

Bordeaux guarda al futuro.

Bordeaux  ( prima tappa del ON THE ROAD ) è una di quelle città che mi ha incuriosito appena scesa dall’aereo. Avevo letto del piano di trasformazione edilizia e del recupero patrimoniale da parte del sindaco. Avevo letto della biennale di architettura ( Agorà)  che si è fissata un obiettivo di recupero ogni due anni, avevo letto che oggi il motto di Bordeaux è : 2030.

  Però solo sul posto mi sono resa conto di quanto le parole corrispondessero al vero. E’ bastato un giro al centro storico per capire che Bordeaux sta seguendo il suo cammino di crescita. Un percorso di riqualificazione cominciato negli anni Novanta, con il sindaco Alain Juppé e che terminerà, appunto, nel 2030 .

Leggi Tutto Nessun Commento

Saint-Émilion un borgo “toscano” trapiantato in Francia !

Dopo 3 notti a Bordeaux, recuperata l’auto a noleggio prenotata dall’Italia, sotto una pioggia battente, io e l’inglesino ci dirigiamo a Saint-Émilion .

Da Bordeaux , Saint-Émilion dista solo 40 Km ma la statale da percorrere, pur essendo molto suggestiva perchè tra le vigne, va percorsa con molta cautela poichè ci sono solo due corsie, una per l’andata e una per il ritorno, ed è frequentata da moltissimi TIR.

Arrivati a Saint-Émilion la fortuna ci assiste e parcheggiamo nella piccolissima  Place Bouqueyre che è una sorta di porta posta a Sud della cittadina.

Saint-Émilion è tutto da percorrere a piedi e sono d’obbligo le sneakers. 

Leggi Tutto Nessun Commento

Biarritz oltre la CORNICHE: Bed,Food and Tour & Shop

A Biarritz ci siamo stati tre giorni, ma bisognerebbe rimanerci almeno altri dieci per assaporare la vita autentica di questa cittadina sull’oceano che sembra, in apparenza, essere popolata solo da surfisti ma è meta per fashionisti e buongustai.

Molto interessante è una passeggiata al Centre Ville e scoprire indirizzi dove mangiare o comprare oggetti “made in local” da portare a casa.

Puoi scaricare qui gli indirizzi provati da me

Place Clemenceau è il centro nevralgico di Biarritz. Da qui partono le principali strade commerciali della città: Mazagran, Gambetta, Helder, V. Hugo, Foch, Verdun, e Edward VII.

Leggi Tutto Nessun Commento

Expo 2015 non è da tutti

Non avrei saltato Expo 2015 per nulla al mondo: dovevo esserci, dovevo essere fiera  di essere italiana.

Sono stufa di sentire chi denigra il lavoro degli altri. Vorrei sapere a cosa serve mettere in evidenza gli errori e mai le vittorie? Perché questa cattiva comunicazione, tutta italiana, intorno all’Expo 2015?

Si fa critica senza “costrutto”, come direbbe un mio vecchio professore. Le critiche arrivano anche da chi non ha varcato i cancelli dell’esposizione. Ho letto tanti articoli e racconti apocalittici sulle code all’ingresso, sul caldo, sulla scarsa organizzazione dei treni, su quanto costa mangiare all’interno e sulle ipotesi che allo scoccare del 31 ottobre rimarranno solo macerie . bla bla bla …..

Leggi Tutto Nessun Commento

Newsletter

Ti va di non perderti nessun post di luogolungo?

Network

luOgoluNgo sui social

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla pagina...
Privacy e Cookie Policy