Le finestre di Brooklyn

L’anno scorso ero a New York.  Nel blog non ho voluto raccontare le fasi dell’organizzazione, nè la parte tecnica del viaggio. Mi è sembrato superfluo e soprattutto per niente interessante.

New York è la META  di qualsiasi viaggiatore. Tutti l’hanno descritta in qualche modo.

Ciò che mi piacerebbe conservare nella memoria, del viaggio a New York, sono le sensazioni uniche che ho provato passeggiando tra le sue vie e condividerne con voi il ricordo.

  Se dovessi trasferirmi a New York sceglierei di vivere a Brooklyn. Brooklyn è tranquillo, le case sono basse con i caratteristici mattoncini marroni e le finestre sono invitanti nella loro semplicità.

Le Finestre sono uno di quei elementi architettonici che mi hanno sempre affascinato. Guardare una finestra dall’esterno o guardare il mondo dal di dietro fa partire l’immaginazione.

Le Finestre sono un separè tra privato e pubblico. Il vetro ferma l’invadenza ma ti permette di avere gli occhi su ciò che scorre altrove.

Le case di Brooklyn hanno finestre super cool. Tu le ammiri e ti immagini seduta lì dietro al vetro, in una di quelle case, sprofondato su una poltrona comodosa, ed un buon libro tra le mani.

L’anno scorso camminando per Brooklyn ho cominciato a fotografare le finestre “a coppia” . Non credo di essermene accorta sul momento, ma al ritorno mi sono trovata la scheda piena di foto di ” finestre di Brooklyn “.

L’istinto di fotografarle non mi ha permesso di essere precisa, ma l’effetto è pazzesco !!!

Le finestre a Brooklyn hanno infissi a ghigliottina e i davanzali sono abbelliti da piante e ninnoli. Sono semplici e ben curate sono perfette per essere postate su printerest.

 

Ditemi se non sono belle:

Versi di una poesia di Nazim Hilmet

……..Le finestre. Non so se era l’alba forse mezzanotte non so. Le stelle erano nella mia stanza e come le farfalle di notte battevano sui vetri. Attento a non toccarle vi ho aperto, finestre, e ho lasciato andare le stelle alla notte alla notte chiara senza confini e libera dove passavano le lune artificiali. …….


Articoli correlati  “Le cinque note stonate di New York ” – “Manhattan la scacchiera di New York


 seguimi anche su instagram


Le foto sono state scattate da me con Nikon .  Non posso essere utilizzate se non dietro autorizzazione.

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Esther

Sono alla perenne ricerca dell'eccezionale!!! Viaggiatrice da sempre con una "passione" per il marketing. Sempre a caccia di idee. Adoro i marchi "made in local" che fanno un buon advertising . Prima avevo un diario adesso un blog dove traccio ipotetici "Tour & Shop"

Commenti (17)

  • Avatar

    K around The world

    |

    Nel tuo post ho chiarito un mio dubbio, mi domandavo se alloggiare a Brooklyn potesse essere una valida alternativa a Manhattan e di sicuro è molto caratteristica e tranquilla

    Reply

    • Avatar

      Esther

      |

      Sai dipende molto dal budget. Brookyln a me è piaciuta molto però ho alloggiato a Manhattan che sceglierei per la prima volta a New York. Sei al centro e puoi spostarti facilmete. leggi anche http://www.luogolungo.com/2017/03/new-york/ e chiedimi se vuoi info. Ciao Consuelo

      Reply

  • Avatar

    Dani

    |

    Che scorci pittoreschi e suggestivi!

    Reply

  • Avatar

    francesca

    |

    Sei stata nelle Brooklyn Heights, vero? Anche io le ho adorate queste casine!

    Reply

    • Avatar

      Esther

      |

      Francesca nella parte meridionale quella un pò snob Credo . Mi è piaciuta tantissimo rirornerei domani per avere più tempo per esplorare …. Ciao

      Reply

  • Avatar

    sandra

    |

    Bellissimo questo post e questo nuovo punto di vista. Io ho adorato Brooklyn soprattutto quando ci sono stata in autunno!

    Reply

    • Avatar

      Esther

      |

      Sandra grazie .
      Sai New York è raccontatata da tutti e delle volte vorresti più esprimere cosa hai provato piuttòsto ciò che vedi . A presto

      Reply

  • Avatar

    Giulia M.

    |

    NY è una meta che continuo a rimandare di anno in anno, ma presto o tardi toccherà davvero anche a lei! Le tue foto mi hanno fatto venire una gran voglia di vedere Brooklyn dal vivo, e sì, concordo, è fin troppo facile immaginarsi sprofondati in una di quelle casette con camino accesso e poltrona in cui sprofondare (ci aggiungo un bel bicchiere di vino bianco e magari le decorazioni natalizie da appendere a breve)! Colpa di tutti i film che ci siamo viste mi sa XD

    Reply

    • Avatar

      Esther

      |

      Sai Giulia credo che quell’immagine della poltrona, libro e bicchiere di vino è veramente di tutte noi 😉 Grazie per il commento e ti auguro di andare a New York per avere il modo di vederla con i tuoi occhi.

      Reply

  • Avatar

    Laura

    |

    Che nostalgia di New York grazie alle tue foto! Finestre e porte poi sono davvero un soggetto perfetto…

    Reply

    • Avatar

      Esther

      |

      Quanto hai ragione! grazie Laura

      Reply

  • Avatar

    marina

    |

    Una passeggiata con dei soggetti fotografici insoliti. Mai stata a Brroklyn nonostante le mie 3 volte nella grande mela…. devo recuperare!

    Reply

    • Avatar

      Esther

      |

      Marina anch’io l’ho scoperto a fine viaggio altrimenti ci sarei ritornata per approfondire. Ciao

      Reply

  • Avatar

    Deianira

    |

    Che passeggiata spettacolare! Quando tornerò a NYC non mi perderò sicuramente questa suggestività che hai trovato e che ci hai regalato attraverso le tue foto!

    Reply

  • Avatar

    GLORIA MERLIN

    |

    Mai stata a NY e credo che appena avrò occasione (a Natale sarebbe il top), queto dettaglio sarà tra quelli che dovrò segnarmi senz’altro! Belle le foto

    Reply

    • Avatar

      Esther

      |

      Grazie Gloria . New York a Natale deve essere bellissima, ma sai che freddo brrr … ciao

      Reply

Lascia un commento

Newsletter

Ti va di non perderti nessun post di luogolungo?

Network

luOgoluNgo sui social

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla pagina...
Privacy e Cookie Policy