Salita e discesa per il Monte Echia

 ” La struggente bellezza di un Panorama interdetto e la storia di Villa Ebe “

UN ITINERARIO BREVE DI 30 MINUTI : DA VIA MONTE DI DIO A VIA CHIATAMONE 

Ieri ho finalmente visto cosa c’è sul Monte Echia o “sulle montagnelle” come ho sentito chiamare, da quelli del quartiere, questo posto dove storicamente i Cumani fondarono la I colonia di Parthenope.

Se avete già percorso Via Monte di Dio, non fatevi scoraggiare dalla strada chiusa e decidete di raggiungere Santa Lucia in maniera insolita attraverso le rampe di Pizzofalcone .

All’ultima traversa di Via Monte di Dio, luogo di antichi conventi ,  si svolta a sinistra . Io, però, vi consiglio di prendere la traversa precedente per assaggiare il fascino dei vicoli dei quartieri.

[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m57!1m12!1m3!1d3018.8030908290243!2d14.244619680341282!3d40.832288588988575!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!4m42!1i0!3e2!4m3!3m2!1d40.8331577!2d14.2461155!4m5!1s0x133b09acaad5e8c7%3A0x146f6c0d8126101f!2sVia+Monte+di+Dio%2C+80132+Napoli!3m2!1d40.8340854!2d14.2454837!4m5!1s0x133b09acb3c89ae3%3A0xf3aac98cfb1f87b1!2sVia+Nunziatella%2C+Napoli!3m2!1d40.8331149!2d14.245868!4m5!1s0x133b09acca30961f%3A0xc9e80f246bc48fa6!2sVia+Egiziaca+a+Pizzofalcone%2C+Napoli!3m2!1d40.8334549!2d14.246877!4m5!1s0x133b09ace8b9357d%3A0xd20784afbf12e005!2sSalita+Echia%2C+Napoli!3m2!1d40.8322979!2d14.24742!4m5!1s0x133b09ac5931565f%3A0xf8e4709297d14e3a!2sRampa+Privata+Pizzofalcone%2C+Napoli!3m2!1d40.8307589!2d14.247379899999999!4m5!1s0x133b09ac885e24a3%3A0x4c772a60fa06f655!2sVia+Chiatamone%2C+Napoli!3m2!1d40.830490399999995!2d14.2465511!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1404209848358&w=600&h=450]

Superato l’ arco  si arriva in un piccolo incrocio : dritto si va a Piazza Plebiscito mentre a destra si procede in salita su Via Egiziaca a Pizzofalcone . All’angolo c’è  “Gerardo”  il pescivendolo ( se avete la possibilità di cucinare vi consiglio di acquistare da lui il pesce, per me è ottimo!)  e subito dopo  un enorme portone di legno, che nasconde il cortile di un antico e piccolo convento. Oggi è semplicemente la chiesa di Santa Maria Egiziaca a Pizzofalcone . Entrate nel cortile, c’è una FOTOGENICA scalinata mentre l’interno della chiesa è essenziale .  Mi piace moltissimo 😉

Salita e discesa per il Monte Echia_luogolungo A questo punto proseguite in salita e non lasciatevi spaventare dalla strada stretta e dalle macchine che riescono a passare comunque nei due sensi di marcia.  Arrivati in cima, subito ci si rende conto di essere in un posto fantastico se solo non fosse abbandonato ad un degrado dirompente  🙁 Salita e discesa per il Monte Echia_luogolungo

Sulla destra, incastonata tra le pareti, c’è la chiesa dell’ Immacolatella a Pizzofalcone che è purtroppo inagibile, mentre il palazzo “in Rosso” è l’archivio militare, ovvero il Palazzo Carafa di Santa Severina.  Sulla sinistra si scorge, chiuso da transenne,  uno dei panorami più belli . Qui si riesce a scorgere il Vesuvio, in tutta la sua magnificenza (non so se è possibile ma provate a  chiedere , nel cortile dell’ archivio c’è una scala antincendio, se si sale fino a su si può scorgere integro il panorama che non si vede da giù ).

Stanchi di una vista mozzafiato, continuate il percorso  sulle Rampe di Pizzofalcone, 6 rampe conosciute anche con il nome di Lamont Young . Un tempo qui c’erano i pescatori con le loro reti ,oggi sono abitate ed ogni cava conserva la sua storia .

Salita e discesa per il Monte Echia_luogolungo

Da ciascuna rampa si scorge un panorama discendente sull’isola di Megaride, dando l’opportunità di cambiare prospettiva del Castel dell’ Ovo .  Sulla prima rampa sorge “Villa Ebe” , ovvero i resti di una casa castello portatrice di una storia bella e drammatica nello stesso tempo .

Salita e discesa per il Monte Echia_luogolungo   Salita e discesa per il Monte Echia_luogolungo

Villa Ebe , oggi di proprietà comunale, è stata la residenza di Lamont Young un napoletano di fine ‘800 che, essendo nato da genitori stranieri, aveva l’apertura mentale per ridisegnare l’urbanistica della città sostenendo, già all’epoca, che Napoli doveva essere progettata per accogliere viaggiatori.

In città ci sono molti edifici progettati da lui : Parco Grifeo, Castello Aselmeyer e la sede dell’ istituto Grenoble . L’archietto Young  si era messo in testa di voler rivoluzionare la sua città  !! E’ stato il primo a progettare la prima linea metropolitana a Napoli ma aveva idee troppo rivoluzionarie per gli amministratori del tempo e così boicottarono i suoi progetti . Nei suoi ultimi anni di vita si ritirò a Villa Ebe con la moglie .

Salita e discesa per il Monte Echia_luogolungo  

L’ultima rampa e siete arrivati a Via Chiatamone ….

Le foto che compaiono nel’articolo sono state scattate da me non posso essere utilizzate se non dietro autorizzazione.

       

Tags: ,

Trackback dal tuo sito.

Esther

Sono alla perenne ricerca dell'eccezionale!!! Viaggiatrice da sempre con una "passione" per il marketing. Sempre a caccia di idee. Adoro i marchi "made in local" che fanno un buon advertising . Prima avevo un diario adesso un blog dove traccio ipotetici "Tour & Shop"

Lascia un commento

Newsletter

Ti va di non perderti nessun post di luogolungo?

Network

luOgoluNgo sui social

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla pagina...
Privacy e Cookie Policy